No Limit Hold’em – Theory and Practice

No Limit Hold’em – Theory and Practice

Leggere libri di poker in maniera frequente rappresenta un attività fondamentale per chiunque voglia prendere sul serio il mondo del poker. Possiamo infatti paragonare la situazione del giocatore di poker a quella di una vecchia auto in salita e senza freni: l’unico modo per arrancare sulla salita è continuare a dare gas!


Nel caso si smettesse di accelerare non solo non si salirebbe più, ma ci si troverebbe invece a retrocedere all’indietro, sempre più indietro. Allo stesso modo il giocatore di poker che non si tiene costantemente aggiornato in merito ad ogni aspetto e sfaccettatura del gioco del poker si troverà inevitabilmente a vedere il proprio gioco in continuo deterioramento.

E’ dunque fondamentale una costante e continua attività di studio e aggiornamento avente come oggetto il mondo del poker in tutte le sue varianti, dagli aspetti tecnici del gioco a quelli emotivi.

No Limit Hold’em – Theory and Practice (di Sklansky e Miller)

Proprio alla luce di ciò voglio oggi iniziare questa piccola rubrica settimanale, all’interno della quale consigliarvi ogni volta un libro diverso in merito poker, sia in modalità torneo che cash game, heads’up piuttosto che sit and go.

Detto ciò intendo consigliarvi quello che per me rappresenta la Bibbia del poker Hold’em No Limit, nella sua variante cash: No Limit Hold’em – Theory and Practice . Il libro di Sklansky e Miller, due vere autorità nel campo, è destinato ad un giocatore di poker già in possesso degli elementi chiave del gioco, che si trova a volere approfondire determinati concetti avanzati.

Grazie a questo fantastico libro (No Limit Hold’em – Theory and Practice) il giocatore di poker può dunque incrementare le proprie capacità in ambito pokeristico, applicandole alla forma di gioco sicuramente più profittevole: il cash game.

Sin dall’inizio questo libro susciterà il vostro interesse e rapirà la vostra attenzione, ponendo alla luce determinati aspetti del gioco e situazioni dei quali prima non sapevate neppure l’esistenza. Concetti come la manipolazione del piatto, decisioni in merito allo stack dell’avversario, abilità di lettura delle mani e il minimizzare la quantità di errori commessi saranno chiari e limpidi alla fine della lettura del libro, così come sarà schizzato verso l’alto il vostro tasso orario di vincita!

Lettori più adatti a No Limit Hold’em – Theory and Practice

Sicuramente non un libro per neofiti, in effetti molti concetti espressi in No Limit Hold’em – Theory and Practice, anche avanzati, vengono dati per scontati dagli autori, quindi se siete alle prime armi non commettete l’errore di prendere alla lettera gli insegnamenti di questo libro, poiché vi trovereste a dover affrontare situazioni alle quali non siete preparati. Ma con un po’ di esperienza, e qualche lettura più semplice, sarete sicuramente il grado di attingere all’enorme miniera di informazioni e trucchi che il libro mette a vostra disposizione, traendone innumerevoli vantaggi.

Purtroppo per chi non mastica ancora bene l’inglese il libro non è disponibile in lingua italiana, ma per tutti coloro che hanno dimestichezza con la lingua anglosassone mi sento di consigliare vivamente questo capolavoro, un must per la collezione di un giocatore di poker che si rispetti.