No Limit Hold’em: l’ubriaco, 3º articolo della serie

l ubriaco terza tipologia di giocatore di texas holdem

Ecco in questo articolo il terzo tipo di giocatore di Texas Hold’em, l’ubriaco. Un particolare player di Texas Hold’em che ama sedersi al tavolo per passare qualche ora in compagnia e per scommettere le proprie chips in maniera del tutto selvaggia.

Il Texas Hold’em è da molti giocatori considerato come un semplice passatempo/gioco d’azzardo, alla stregua di black jack, roulette, dadi etc..e per questo non dobbiamo stupirci quando vediamo alcuni giocatori comportarsi al tavolo da gioco come veri e propri “gamblers”: questi players infatti andranno contro qualunque odds, prendendosi rischi eccessivi e controproducenti sul lungo termine. Tanto più la posta in gioco è bassa e tanto più è facile incontrare al tavolo di Texas Hold’em questo tipo di giocatore, che chiameremo: “l’ubriaco”. Non vogliamo qui affermare che tale tipo di giocatore sia effettivamente ubriaco, anche se spesso può accadere che lo sia, ma che il suo stile di gioco rispecchia quello di un giocatore sedutosi al tavolo dopo aver alzato leggermente troppo il gomito.

Le caratteristiche dell’ubriaco

Il Texas Hold’em dell’ubriaco è caratterizzato da una totale mancanza di “fold” e da una looseness e un aggressività fuori dal comune: l’ubriaco ama giocare le sue carte e spesso ama farlo fino alla fine della mano. Al contrario invece, questo tipo di giocatori amano costringere a foldare il proprio opponent, spesso overbettando il piatto su scaring cards. Se appena vi sedete al tavolo vedete un giocatore con un incredibile ammontare di chips, vi sono probabilità che si tratti di uno di loro, che magari è riuscito a costruire tale stacks attraverso diversi colpi fortunati. Ma non preoccupatevi, il texas Hold’em è un gioco giusto e prima o poi qualcuno si porterà a casa quelle chips: cerchiamo di fare in modo di essere noi quel qualcuno. Ricordatevi infatti che tale giocatore si è seduto al tavolo di Texas Hold’em non tanto per vincere ma quanto per divertirsi e “scommettere” come se si trovasse in qualsiasi tavolo di casinò.

Come battere l’ubriaco

Una delle armi più forti in mano nostra contro l’ubriaco è quella dello slowplay: rimaniamo nascosti con in mano le nostre monster hands, lasciando che sia lui a tenere il pallino del gioco e a sfogare la sua aggressività puntando in continuazione e in maniera molto forte. Solo quando le dimensioni del piatto lo avranno reso committed potremo uscire allo scoperto, rilanciando quasi sempre in all in, per un extra bet a cui l’ubriaco può raramente rinunciare, considerando le pot odds che gli stiamo offrendo.

L’ubriaco è inoltre uno dei più grandi bluffatori di Texas Hold’em: per questo motivo utilizziamo l’arma del check al turn e ancora di più al river per indurre un bluff, che avrà luogo nella quasi totalità delle volte vista l’indole di tale player. Ricordiamoci inoltre di controllare le dimensioni del piatto quando invece la nostra mano di Texas Hold’em non è forte abbastanza ed ecco pronta la ricetta per battere questo tipo di player.

Leggi gli altri articoli della serie
NL Hold’em: il giocatore superchiuso, 1º articolo della serie
No Limit Hold’em: il turista, 2º articolo della serie
No Limit Hold’em: lo spaccone, 4º articolo della serie
No Limit Hold’em: il semi pro, 5º articolo della serie