Never Give Up

Non lasciarti andare

Non darsi mai per vinti, non mollare mai neppure quando la situazione sembra delle più tragiche è una qualità che pochi giocatori di Texas Hold’em hanno, ma che a volte è in grado di fare la differenza.

Supponete infatti di stare giocando un Sit and Go Heads Up e di prendere un vantaggio, diciamo 1800 chips contro 1200, a questo punto tutte le nostre chips finiscono nel piatto per vedere l’AJ del nostro avversario scoppiare miseramente il nostro AK. A questo punto ci troviamo frustrati e con solo 300 chips contro le 2700 del nostro avversario. Quanti giocatori in questa situazione decidono di fare semplicemente all in ogni mano, frustrati e innervositi, finendo con il perdere miseramente la partita.

Mantenere la calma

Ma noi non vogliamo essere il giocatore di Texas Hold’em medio, e anzi vogliamo saper sfruttare al meglio ogni singola situazione, a prescindere dalla sua gravità. E’ vero che ora ci troviamo di fronte ad un enorme svantaggio in termini di chips, ma io vi posso assicurare che in questa situazione ho vinto svariate centinaia di partite. Basta non perdere la calma e adattarsi alla situazione.

Anzi a volte possiamo sfruttare a nostro vantaggio un possibile errore del nostro avversario, cioè quello di voler chiudere la partita troppo in fretta: questo lo porterà a chiamare con un ampio range di mani i nostri rilanci, in particolare le nostre puntate all in, che decideremo di effettuare solo con mani molto solide.

Adattarsi alla situazione

Chiaramente è opportuno rendersi conto che le cose sono cambiate, e che è necessario sapersi adattare alla nuova situazione: ovvero ridurre l’entità delle nostre continuation bets e dei nostri pre flop raise, non cincischiare tanto con mani marginali sul flop, e spingere fortissimo ogniqualvolta in possesso di una mano legittima. Ricordatevi sempre che nel Texas Hold’em quello che importa veramente non è il valore assoluto del nostro stack, ma il suo valore relativo, ovvero in relazione all’entità del big blind.

Dover giocare uno stack di 300 durante il livello di buy 10/20 è tutt’altra cosa rispetto al livello 50/100, e di questo dobbiamo tenerne conto. Vi posso garantire che vincere un paio di partite ogni 15 in cui ci troviamo in questa situazione, vittorie che magari in precedenza non coglievamo per via della tendenza a mollare troppo spesso, è in grado di aumentare in maniera significativa il nostro tasso di vincita a Texas Hold’em. Provare per credere.