Multa da 2 milioni di euro per Francesco Nguyen

Poker & tasse: Nguyen riceve multa da 2 milioni

Incredibile ma vero, le “cartelle pazze” di Equitalia continuano a perseguitare i giocatori di poker nostrani. Adesso è Francesco Nguyen a dove sistemare il “piccolo inconveniente” con fisco, che gli chiede oltre 2 milioni di euro. Ecco cosa è accaduto.

Chi è Francesco Nguyen “Aggressivo”

Anche se quasi tutti voi conoscerete bene il giocatore di cui stiamo per parlarvi, vale la pena ricordare chi è Francesco Nguyen, giocatore di poker chiamato anche “Aggressivo” per il suo modo di giocare sui tavoli verdi. Il professionista residente da oltre 30 anni in Italia ha origini vietnamite ed è ormai un esperto di poker live ed online (in questo secondo caso predilige il cash game). Il suo stile di gioco gli ha portato il soprannome con il quale tutti lo conosciamo, e con il quale lo abbiamo visto conquistare il 3° posto al Main Event EPT Sanremo 2008, e più recentemente l’High Roller del WPT National Venezia 2014 di marzo scorso. Ad oggi Nguyen è 73° nella Italy All Time Money List, dove risulta che il professionista ha accumulato 408.527$ vinti negli eventi di poker live.

Su Facebook la foto della cartella esattoriale da 2 milioni di euro

Il 21 novembre scorso alle 16 e 38, sulla pagina ufficiale di Francesco Nguyen “Aggressivo” sul noto social network Facebook, apparivano testuali parole del professionista, che mettendo anche la foto a prova di quello che stava dicendo, lasciava di stucco l’intero settore dei giocatori di poker live: “Oggi vi svelerò chi è il numero 1 in Italia, per il poker più vincente di tutti i tempi. Dopo l’operazione ALL IN, l’Agenzia delle Entrate mi ha cercato per 2.200.000 Euro. Tutti dicono “io qua io la” ma nessuno ha ricevuto una cartella esattoriale con una somma così alta. Nonostante tutto sono ancora vivo, e combatterò fino alla fine, anche qui sarò sempre AGGRESSIVOOOO....”. Agenzia Entrate Multa Nguyen

L’operazione “All-In” crea cartelle senza senso

La tanto famigerata e discussa operazione “All-In” condotta dal fisco contro i pokeristi italiani, continua a portare i suoi strascichi anche ormai dopo anni. Il bollettino da oltre 2 milioni di euro che doveva pagare Francesco Nguyen, non è infatti di quest’ultimo periodo ma di un paio di anni fa, anche se solo adesso il professionista ha detto dell’accaduto. Esattamente, proprio come potete vedere, l’importo da pagare è pari a 2.179.119.60 euro e chissà come avrebbe potuto fare il nostro “Aggressivo” a pagarla con un bollettino postale..

Da considerare poi, che la multa di oltre 2 milioni di euro sarebbe arrivata a fronte di circa 200.000 euro di vincite nel poker live (questo l’importo di due anni fa conquistato sui tavoli verdi da Nguyen). Il fisco richiedeva – e richiede- dunque 10 volte tanto? Inspiegato ed inspiegabile il calcolo della multa da pagare.

Il professionista ora si è spostato a Bruxelles

Attualmente il professionista azzurro si è trasferito in Belgio, ed esattamente a Bruxelles dove continua a giocare a poker, anche a quello online. Come anticipavamo sopra Francesco Nguyen “Aggressivo” predilige il cash game, e quindi probabilmente sarà intento a giocare soprattutto su quei tavoli. Per quanto riguarda la cartella esattoriale di Equitalia, proprio come i suoi altri colleghi che hanno avuto lo stesso problema, Nguyen ha dovuto assumere un rappresentante legale che sta cercando di far valere i suoi diritti e quindi di far azzerare il suo debito. Ce la farà il pro a chiudere al più presto la brutta vicenda che lo ha visto coinvolto?