Mai mostrare le proprie carte

Mostrare le proprie carte durante una partita a poker non è vantaggioso

Diciamocelo: quante volte vi è capitato, magari dopo un bluff riuscito, di sentire un irrefrenabile impulso nel dover mostrare le proprie carte al tavolo, nel rendere partecipi gli altri giocatori di poker della vostra giocata, di come avete sbeffeggiato il malcapitato di turno?



Oppure, caso opposto, quando avete appena effettuato un rilancio con AKs e purtroppo il flop, per l’ennesima volta, non vi è stato amico, e a malincuore siete costretti a foldare la mano, non prima però di aver mostrato a tutti la vostra dannata sfortuna, quella che avrebbe potuto compromettere il vostro torneo di poker.

Perchè non mostrare le proprie carte

Ecco, sono tutte cose da non fare assolutamente. Mostrare le carte ad un tavolo da poker non ha quasi mai ragione di esistere a prescindere da chi siano i giocatori di poker che vi trovare ad avere come avversari. Perchè?

Perchè consiste nel dare informazioni gratuite ai nostri avversari, soprattutto se stiamo giocando un torneo di poker. Il poker è appunto un gioco ad informazione incompleta, in cui è basilare cercare di assumere quante più informazioni possibili dal nostro avversario e, allo stesso tempo, cercare di darne il meno possibile in merito al nostro conto.

Siamo noi a dover delineare i giocatori che abbiamo davanti e non loro a dover capire chi siamo noi!

Mai svelare la mano di cui si era in possesso

Appare evidente quindi come regalare ai giocatori di poker del nostro tavolo la più importante delle informazioni, e cioè la mano di cui siamo in possesso, non è cosa del tutto saggia.

Facendo vedere le nostre carte all’avversario diremo molto sul nostro stile di gioco, su come giochiamo determinate carte in quella determinata posizione, sulle nostre tendenze post-flop, andando a contribuire in maniera sostanziosa al set informativo, con il nostro nome scritto sopra, di cui l’avversario di turno è in possesso.

Mi capita spesso durante lo svolgimento di un torneo di poker SNG di vedere dei giocatori di poker che, dopo aver effettuato un resteal, mostrano la propria mano, rivelando una monster hand, come per dire “sono un giocatore solido, non farei mai questa mossa senza una mano fortissima ed ho molto rispetto dei tuoi rilanci”. Chiaramente anche questo costituisce un indubbio vantaggio che stiamo dando al nostro avversario.

Eccezione alla regola

Il discorso sul mostrare le mani deve essere analizzato considerato il fatto che, al tavolo da poker, qualsiasi azione o non azione deve essere fatta se in grado di portarci un vantaggio. Ecco perché vi è una situazione in cui mostrare le carte al nostro avversario costituisce vantaggio: quando in HU abbiamo di fronte un avversario molto propenso al tilt, e noi possiamo mostrargli un bluff.

In tal caso mostrare il bluff appena eseguito può portare benefici, se fatto contro l’avversario corretto, e dunque non dobbiamo esitare nel farlo.

In caso contrario ricordate però ancora che mostrare le vostre carte al tavolo costituisce un errore e, quando sentite quell’irrefrenabile impulso di condividere la vostra informazione segreta con quanta più gente possibile, mordetevi la lingua e gettate rapidamente le vostre carte nel muck!