Le Iene: il processo mediatico al poker online

Nostre e vostre riflessioni sulle Iene e il servizio sul poker online

Siamo voluti ritornare sull’argomento del servizio tv delle Iene, sulle truffe legate al poker online. Abbiamo deciso di esaminare a fondo la vicenda, e capire cosa pensano di tutto ciò i players.

Cominciamo dall’inizio, partendo da come le Iene hanno cercato di far luce su irregolarità presenti in portali di gioco non autorizzati AAMS, ma di come poi il loro servizio si sia rivelato un “attacco” a questo mondo che offre lavoro a molte persone, ed incrementa le casse dello Stato.

Giovedì 29 marzo, il noto programma di Italia1 con Ilary Blasi ha mostrato al suo pubblico composto da quasi 3 milioni di telespettatori (per uno share del 12,7%!) uno speciale sul poker online. Nadia Toffa, rappresentante delle Iene, si è posta accanto ad un uomo incappucciato dichiaratosi ex agente di una room .com, che aveva l’intento di dimostrare come venivano raggirati i clienti della room i quali perdevano moltissimi soldi. Alla base della truffa sul poker online, ci sarebbero stati dei “super account” con possibilità di vedere le carte degli avversari, o dei “robot” impostati nel software per giocare in modo da vincere sempre.

Documento video con troppe inesattezze: le spiegazioni delle Iene

Quanto sopra descritto, è stato mostrato dalle Iene in un video che però è apparso subito al quanto bizzarro per una sequenza di eventi “irreali” tra cui due eclatanti: il giocatore “incappucciato” davanti al pc si trovava a giocare una mano di poker online cash game dove il flop aveva 2 carte, e dove inoltre appariva una barra con un importo identico per call e raise (399€). All’immediata tempesta di domande giunte sulla pagina web dell'autrice Nadia Toffa e principalmente rivolte al clamoroso flop di sole 2 carte, la biondina delle Iene ha risposto che a causa di “un errore tecnico di montaggio per coprire il logo ed il nome del sito era stata allungata una banda nera”.

Intanto viene scoperto “l’incappucciato”, è Emanuele Maccari

Un gruppo di giocatori di poker online intanto riesce a capire chi si nasconde dietro l’uomo tutto coperto intervistato dalle Iene: si tratta di Emanuele Maccari di Macerata. Maccari appena viene “smascherato” decide allora di dire la sua e lo fa a Gioconews: dichiara di essere un player che è stato truffato da una room, e che poi è entrato in contatto con un programmatore il quale lo ha incoraggiato a far uscire tutta la verità.

A questo punto, Poker.it ha chiesto a tre personalità presenti in vari modi nel mondo del poker online e live azzurro, cosa pensassero sul servizio delle Iene (prima che venisse smascherato Maccari). Ecco cosa ci hanno risposto.

Alberto Cusumano: “fateci sapere il nome della room”

Alberto Cusumano, player arrivato ITM (17° su 346 iscritti per quasi 7.000$ di premio!) al Main Event People’s Poker Tour 2011, ha lasciato vari post sul profilo di Nadia Toffa. Anche a noi di Poker.it ha confermato la sua opinione che ci è sembrata al quanto significativa in particolar modo per l’ambiguità sulla room incriminata. Tra le varie cose, Alberto Cusumano dice “.. non si capisce se la room dove viene “dimostrata" la truffa esista realmente.. ha delle somiglianze con altre room .com ma non la ritrovo in nessuna di esse.. a mio parere è qualcosa creato ad "hoc" per buttare fango su aziende che non hanno nulla di irregolare.. Se così non fosse, per favore, fateci sapere il nome della room dove mette in atto la truffa, almeno mi posso ricredere….

Stefano Schiano: “il servizio è vero quei siti esistono”

Stefano Schiano, player ed esperto di Texas Hold’em noto nel settore come “Skianos”, ci rivela la sua “scottante” verità: “Il servizio delle Iene è vero, quei siti di poker online esistono, ma è risaputo da tutti che esistono e non è una novità”. All’ulteriore domanda che gli abbiamo posto: “Pensi che abbiano voluto screditare il poker online?”, il gentile player risponde ben deciso: “No, per lo stato è vitale il gaming online, penso che abbiano voluto screditare le room .com dopo che Stanley Bet ha vinto la causa contro l’AAMS, non sanno più come fare per canalizzare tutti sulle .it, ed hanno ben pensato di usare la falsa informazione (che poi falsa non è); ma non si può fare di tutta l’erba un fascio”.

Giusy Miglioranza: “Non me la sento di esprimere un parere”

La campionessa del mondo di windsurf Giusy Miglioranza, che dal 2007 gioca a Texas Hold’em con buoni risultati, che ha ottenuto una sponsorizzazione da una room e che addirittura si è qualificata per la finale nazionale “selezione WSOP” Malta 2009, aveva perso il servizio tv delle Iene. Giusy lo ha gentilmente visto per dare un’opinione a noi di Poker.it (e per questo la ringraziamo!). Alla conclusione dei 10 minuti in cui il poker online truffaldino era al centro del servizio, Giusy ha detto la sua: “Mah... quanto può essere credibile il soggetto intervistato? Non me la sento di esprimere un parere su un argomento così delicato e del quale non posseggo documentazioni certe. Posso solo dire che se così fosse, sarebbe come legittimare l'opinione di massa sul Texas Holdem: gioco d'azzardo e di truffe.

Dai lettori di Poker.it, di tutto e di più

Attraverso la nostra pagina su Facebook, anche i lettori del nostro portale ci hanno fatto sapere come la pensano. Tra i commenti più interessanti relativi al servizio sul poker online delle Iene, ne riportiamo alcuni.

“Tony Senzariversareimilionario Fais” ci dice: “Da quando ho visto la prima volta un servizio delle Iene sul poker online, ed in quella occasione intervistarono il grande Cristiano Guerra, non ho più guardato quel programma!”. Carlo Tapella pensa che “Come in tutte le cose dove si guadagna ci sono i furbi, personalmente gioco solo a siti AAMS”. Roberto Senesi ci fa sapere: “ Non carico soldi sui siti di poker online da due anni circa...ero stanco di vedere quotidianamente assurdità di ogni genere”. Per Davide Di Stasi non c’è “nulla di nuovo! si sapeva già tutto!”, per Fernicola Manuele “..uno che ha un profit di 50.000€ al mese non va contro se stesso dicendo la verità … un consiglio che do ai players è giocate sulle .it che, anche se subite degli scoppi, e ve lo dice uno che ne subisce decine al giorno, se imponete il vostro gioco alla lunga sarete vincenti”. Infine, anche Alessandro Della Ventura ci dice la sua: “prima di mandare un servizio dovrebbero informarsi su come funziona il giochino ed evitare di mandare in onda immagini come il flop a 2carte (in seguito ritoccato malissimo!!!) o i bottoni call e raise che mostrano lo stesso importo....”

Grazie anche a tutti voi lettori di Poker.it, per noi le vostre opinioni sono molto importanti!