La fretta di vincere al texas hold’em

La fretta di vincere al texas holdem

La fretta di vincere nel texas hold’em è una situazione che ci porta nella maggior parte dei casi a peggiorare il nostro gioco, e questo per il solo fatto di voler chiudere una partita con eccessivo anticipo.

Un Sit and Go Di Texas Hold’em prima o poi deve finire, su questo non ci piove. Quando deve finire però non possiamo essere noi a deciderlo. Al contrario, quando cerchiamo di influire su questa variabile non facciamo altro che abbassare le nostre probabilità di vincere.

Questa situazione, che nel Texas Hold’em capita quando il nostro vantaggio di chips in termini di uno o più avversari si è fatto notevole, è da gestire con la dovuta cautela e pazienza, senza modificare il nostro normale stile di gioco. Tipicamente ci si trova in tale situazione durante un Sit and Go quando raggiungiamo l’heads up finale, e il vantaggio di chips nei confronti del nostro avversario è più del doppio. Ma è possibile che vi sia più di un solo avversario, fermo restante però il nostro vantaggio in chips.

I motivi per cui acceleriamo

Il motivo per cui siamo, spesso inconsciamente, portati a “spingere troppo sull’acceleratore” è funzione di una nostra errata convinzione, maturata nello stesso istante in cui matura il vantaggio in termini di chips: la convinzione di aver già vinto il Sit And Go di Texas Hold’em.

Dando per scontato il fatto di avere già vinto, errore imperdonabile, ci troviamo a voler accorciare i tempi il più possibile, per far sì che l’evento scontato, e non solo auspicato, si verifichi. Ed è così che spesso si rovina tutto quanto costruito, andando magari a chiamare all’in con mani marginali di texas Hold’em come JK, KT, oppure pocket pairs (chiaramente quando non ne abbiamo le odds), prendendoci rischi che nel Texas Hold’em non andrebbero presi.

Cosa fare in questa situazione

Un comportamento più adeguato è invece quello di prendere atto del vantaggio di chips acquisito, che nel Texas Hold’em significa poter dimostrare ulteriore aggressività nei confronti di un avversario indebolito, ma senza cambiare le basi del nostro gioco.

Importante è avere pazienza e non giocare mani che normalmente non giocheremmo in una situazione differente da quella in cui ci troviamo. Ricordate infatti che, soprattutto nel Texas Hold’em Heads Up, bastano un paio di mani mal giocate, e considerate sempre anche il fattore fortuna, per ristabilire in parità una situazione che fino a qualche secondo prima poteva sembrare già decisa.

In questi frangenti la pazienza è la chiave del gioco, e ricordate che nel Texas Hold’em meglio foldare una volta di troppo piuttosto che una in meno.