La cautela nel Texas Hold’em

Giocatori principianti e la cautela nel Texas Holdem

Molti giocatori principianti di Texas Hold’em non hanno la pazienza di iniziare a stakes adatti al loro livello per crearsi un bankroll: un errore che cerchiamo di comprendere e fare in modo che venga evitato per risparmiare inutili perdite di denaro.

In questo articolo mi rivolgo principalmente ai giocatori di Texas Hold’em alle prime armi, i quali spesso si avvicinano a questo stupendo sport ammirando le giocate dei campioni alla tv,i quali giocano piatti milionari come se si trattasse di pochi spiccioli. Vedere giocatore vincere prestigiosi tornei o portare a casa somme enormi nel cash game, spesso induce in errore un principiante, il quale deve ancora costruire interamente il suo stile di gioco.

Iniziando uno sport da autodidatta infatti comporta tutta una serie di errori e cattive abitudine che poi con il tempo sarà difficile estirpare. Molto meglio iniziare con un maestro, che nel Texas Hold’em viene denominato coach. Un coach è infatti in grado di dare al giocatore alle prime armi una base chiara e ben definita, spiegando concetti basilari del gioco che verranno poi sviluppati ed ampliati con l’esperienza.

Partire dai livelli bassi

È quindi fondamentale che le conoscenze di Texas Hold’em di un giocatore siano costruite su di una struttura solida e ben chiara: concetti come la continuation bet, il controrilancio, la posizione, i differenti sili di gioco e tante altre informazioni devono essere ben chiari per saperne sfruttare al massimo i benefici.

Diciamolo chiaramente: i giocatori principianti di Texas Hold’em faranno molta più fatica a portare a casa dei profitti durante questo periodo iniziale di apprendimento. Di conseguenza le prima partite giocate da questi giocatori saranno a valore atteso negativo, che deve essere limitato giocando a stack bassi. Purtroppo per loro, molti giocatori principianti di Texas Hold’em non hanno la pazienza di partire da livelli bassi, per poi crescere progressivamente sia in termini di qualità del gioco che di stack giocato. Tali giocatori sparano subito alto, sedendosi a tavoli non adatti al loro livello di gioco e dai quali finiranno prima o poi per essere eliminati.

Costruire il proprio bankroll dal nulla

Un consiglio che amo dare ai miei studenti di Texas Hold’em è quello di mettere di tasca propria il meno soldi possibile per creare il proprio bankroll, e invece di costruirlo iniziando a giocare sui low stakes. Imparando a battere tali livelli il bankroll aumenterà, lasciando spazio ad eventuali level up, che comunque dovranno essere ben ponderati e analizzati.

Non c’e nulla di peggio nel Texas Hold’em che di trovarsi senza bankroll e senza nessuna voglia ma nella necessità di ritornare a giocare a livelli inferiori nei quali si hanno più possibilità di vincere solo per ricostruire il proprio bankroll da 0. Sedersi a tavoli nei quali abbiamo un vantaggio competitivo è fondamentale al fine di portare a casa risultati positivi nel Texas Hold’em.