La 3rd bet nel Texas Hold'em

La 3d Bet

Nel Texas Hold’em quasi tutti i termini più importanti vengono presi dalla lingua inglese, e a questa regoletta non fa eccezione quello che in Italia si definisce “controrilancio” e che in gergo texano definiamo appunto 3dbet.

La 3dbet si realizza per l’appunto quando un giocatore effettua un rilancio sul kaiser iniziale, dichiarando dunque una mano molto forte. I motivi che stanno alla base di una 3dbet sono molteplici e possono essere funzione di diverse varianti come la tipologia del nostro avversario, il valore assoluto delle nostre carte, il valore relativo delle nostre carte in relazione a bui eccessivamente alti, etc..

Chi solo una volta

Ci sono giocatori che non sanno neppure dove la 3dbet stia di casa. Sono questi infatti i classici giocatori passivi e curiosi, i quali amano vedere il flop prima di impegnarsi seriamente in una mano. Chiaramente la strategia di questi giocatori non è consigliabile, essendo il Texas Hold’em un gioco nel quale è l’aggressività a farla da padrona. Contro questi giocatori è dunque consigliabile rilanciare molto spesso ed adottare una alta percentuale di continuation bet, al fine di sfruttare il fatto che nella maggior parte dei casi nessuno dei due giocatori connetterà sul flop. Attenzione però perché quando questi giocatori dimostreranno aggressività allora sarà il caso di non lasciarsi coinvolgere.

Chi tutte le sere

C’è invece chi della 3dbet ne abusa, controbilanciando in maniera spropositata e magari per importi eccessivamente bassi, scoprendo il fianco sia ad una 4bet che ad un piatto molto grande giocato out of position. E vi posso garantire che nel Texas Hold’em il gioco fuori posizione è molto pericoloso. Chiaramente anche contro questi avversari dovremmo adottare strategie adeguate, evitando di rilanciare mani marginali, perché potremmo spesso venire controbilanciati, ma al contrario giocare solo mani solide, con le quali non avremo paura di giocare un piatto di grandi dimensioni.

Dal canto nostro non è facile dire quale sia la miglior percentuale di 3dbet, ma quello che vi posso dire però è di adottare uno stile che vi faccia sentire a vostro agio: se siete giocatori di poker più loose effettuate un buon numero di 3dbets, ma senza abusarne, mentre se invece siete tight non preoccupatevi se a volte non ve la sentite e preferite semplicemente fare call, a patto che non diventi una debolezza.

Ricordatevi sempre che un certo grado di imprevedibilità è molto importante nel Texas Hold’em.