L’importanza di prender nota

Il modo esatto, per prender nota dei nostri avversari di poker Texas Hold’em

Ogni buon giocatore di poker Texas Hold’em, deve aver un ottimo spirito di osservazione che gli consenta di assimilare tendenze, comportamenti, ed atteggiamenti di routines degli avversari con i quali ha a che fare. Questo è necessario dal momento che (in particolare sulle poker rooms italiane), è davvero molto frequente la possibilità che capiti di giocare con gli stessi avversari, sempre e comunque.

Pensate poi al mio caso (comune a quello di molti altri), come giocatore di poker Texas Hold’em specialità Heads up, nel quale è fondamentale capire le tendenze di un avversario, al fine di creare e sviluppare quel piccolo vantaggio competitivo in grado di giustificare le nostre vincite sul lungo termine.

Mi piacerebbe potervi mostrare quante siano le note che ho preso sui diversi giocatori di poker Texas Hold’em che incontro su Pokerstars.it: si può quasi dire che nel mio database c’è il censimento dei giocatori di poker Texas Hold’em italiani che giocano proprio su Pokerstars.it!

Annotare le tendenze dei nostri avversari

Attenzione però a non cadere troppo nel particolare quando si tratta di prender nota su questo o quel giocatore di poker Texas Hold’em: una nota deve essere in grado di rivelare le tendenze di un giocatore, ovvero il suo stile di gioco e le sue linee di comportamento utilizzate.

Con queste informazioni noi, saremo poi in grado di poter prevedere il suo comportamento nel caso in cui ci ritrovassimo a giocare una mano simile (ma mai uguale), a quella che abbiamo giocato in precedenza con il nostro avversario di poker Texas Hold’em.

In pratica, una nota di poker Texas Hold’em (sia per il poker online che per il poker live), deve essere in grado di fornirci gli strumenti base per poter elaborare le nostre considerazioni.

Un esempio di nota

Supponete il caso in cui il nostro avversario di poker Texas Hold’em abbia semplicemente callato il nostro raise con QQ, per poi rilanciare su flop J23 con 2 carte a cuori.

Una nota sbagliata sarebbe: call con QQ a rilancio iniziale e poi raise sul flop J23.

Questa nota non è formalmente sbagliata, ma però non è in grado di descrivere in pieno lo stile di gioco del nostro avversario.

Una nota corretta sarebbe: solo call raise iniziale preflop con monster hand, e gioco aggressivo su board favorevole ma con forte presenza di draws. Questa nota infatti, sottolinea bene la tendenza di questo giocatore di poker Texas Hold’em nel nascondersi con mani forti, per poi venir fuori rilanciando la nostra continuation bet su flop a lui favorevoli ma con la possibilità che un draw venga chiuso.

Con queste informazioni a disposizione, avrete sicuramente maggiori strumenti per caratterizzare il comportamento di questo giocatore di poker Texas Hold’em.