Il Texas Hold'em e gli sportivi

Il poker e lo sport

Il mondo del Texas Hold’em pulula di sportivi, professionisti e non. Atleti ed ex atleti amano cimentarsi in questa disciplina di Poker, mettendosi alla prova in questa nuova disciplina.

La natura competitiva del Texas Hold’em si presta naturalmente ad attirare campioni di altre discipline: tutti ricordiamo i vari Boris Becker, Alberto Tomba, Thomas Brolin, Bobo Vieri e compagnia. E questo solo per citare ex campioni che si sono pubblicamente mostrati nel giocare un torneo di Texas Hold’em, alcuni sponsorizzati da Pokerstars come Boris Becker e Alberto Tomba.

Chi poi non si ricorda la performance di Lennox Lewis durante il main event delle WSOP? Oppure la passione di Giancarlo Fisichella che lo ha addirittura portato ad essere testimonial di PartyPoker.it? O ancora la grande passione di Totti e De Rossi, i quali non sono nuovi a trascorrere nottate di fronte al computer in interminabili sessioni di Sit And Go.

Sponsorizzazioni

Certo anche il mondo del Texas Hold’em ha molto da ricevere in cambio da questi sportivi i quali, grazie alla loro notorietà, sono in grado di attirare appassionati di altri sport verso il mondo del Texas Hold’em, e in particolare verso la poker room di turno. Per questo a volte è vera e propria caccia per accaparrarsi come testimonial lo sportivo più famoso.

Una citazione particolare merita Michael Phelps, grande appassionato di Poker sportivo, che oramai ha fatto del Texas Hold’em una seconda professione, tanto da fare ottime figure nei vari tornei che ama disputare a Las Vegas, ormai la sua seconda casa. Voci di corridoio infatti danno lo stesso Phelps pronto a stipulare un accordo con una famosa poker room, di cui al momento non possiamo fare il nome.

E il mondo dello spettacolo?

Neppure il mondo dello spettacolo resta a guardare, e sono infatti numerosi gli attori, e anche le attrici, appassionati di Texas Hold’em. Di certo tutti siamo a conoscenza della grande passione di Ben Affleck per questo gioco, fino al punto di riceve lezioni private da Annie Duke, la sorella di Howard “The Professor” Lederer. Ma anche James Woods è uno stragrande appassionato di poker, arrivando persino a disputare un tavolo finale durante la tappa di Los Angeles del WPT (e rendendosi protagonista di una mano un po’ particolare….).

Sono sicuro che il mondo del Texas Hold’em nei prossimi anni sarà sempre più vicino a quello dello show business, sapendo legarsi a doppia mandata con sport e spettacolo in modo da saperne sfruttare gli enormi benefici derivanti.