I livelli con i blind alti

come giocare i livelli con alti blind

La situazione di high blinds nel texas hold’em non è chiara a tutti i giocatori, e spesso è proprio sfruttando questa situazione che si ottengono i maggiori profitti.

Giocando un Sit and Go di Texas Hold’em, che sia di tipo Heads Up piuttosto che a 6, 9 o 18 giocatori, prima o poi si giungerà alla situazione in cui i blinds rappresentano una frazione importante, se non fondamentale del nostro stack: per intenderci quando arriviamo al 4º livello di un Sit and Go Heads Up, oppure al 5º e 6º livello di un Sit and Go standard, ci troviamo in situazione di High Blinds level, con i bui che mediamente rappresentano poco meno di 1/10 del nostro stack.

Nella mia esperienza di giocatore di Texas Hold’em ho notato davvero pochi players, in particolare nelle situazioni di Texas Hold’em Heads Up, in grado di giocare correttamente questo tipo di livello. Giocatori magari abili e in grado di darmi del filo da torcere si sono poi rivelati degli agnellini quando i blinds si sono diventati estremamente elevati, incapaci di adattare il proprio gioco alla nuova situazione.

Essere iperaggressivi

L’errore più grande che un giocatore di Texas Hold’em possa compiere in questo frangente è infatti quello di non adattare il proprio stile di gioco alle nuove condizioni di gioco, caratterizzate da bui molto alti che praticamente impediscono di giocare piatti sul flop e oltre: la partita è infatti destinata a risolversi preflop, che ci piaccia oppure no. Questo implica la necessità di essere iper aggressivi, cercando di sfruttare a nostro vantaggio un eventuale eccesso di passività dell’avversario.

Mani che folderemmo in qualsiasi partita di Texas Hold’em diventano ora profittevoli, diventano mani con le quali conviene effettuare shoves: sto parlando di mani come J8, K6, Q7, T8 etc.. Senza addentrarci troppo in questioni tecniche, che vanno al di là degli scopi di questo articolo, il punto è il seguente: avere contro una mano random è dunque avere un vantaggio qualora le vostre due carte siano migliori di una mano casuale ed è l’esempio delle mani precedenti.

Farsi rispettare

Giocare questo tipo di Texas Hold’em aggressivo in tali situazioni è senza dubbio la soluzione migliore dal momento che offre diversi vantaggi. Tra questi: la possibilità di sfruttare a nostro vantaggio l’eccessiva passività e ritrosità nel giocarsi la partita con mani marginali del nostro avversario, la possibilità di raccogliere diversi blinds che ci permetteranno di incrementare il nostro stack e di giocarci situazioni di all-in anche da non favoriti e inoltre il guadagnarci il rispetto del nostro avversario di Texas Hold’em. L’avversario, infatti, consapevole della possibilità di dover fronteggiare uno shove sarà portato a lasciarci diversi blinds quando in possesso di mani marginali.