I giocatori del 2012: la nostra classifica

I giocatori del 2012: la nostra classifica

Phil Ivey, Phil Hellmuth, Marvin Rettenmaier! Tre nomi sulla cresta dell’onda grazie a dei risultati stratosferici nel corso dei più importanti tornei di poker. A questi aggiungiamo Vanessa Selbst, secondo noi la migliore fra le donne, e Rocco Palumbo, che ha riportato il braccialetto in Italia. Secondo voi chi è il migliore?

Siamo ormai giunti al termine dell’estate ed una nuova stagione è appena cominciata con l’EPT di Barcellona 2012 e con gli eventi del World Poker Tour, appuntamenti che non hanno mancato di regalarci forti emozioni grazie al grandissimo tabellone di torne. E allora, visto che nel corso di quest’anno di competizioni ne abbiamo seguite davvero tante vi proponiamo una nostra classifica di giocatori di poker che tra il 2011 e il 2012 ci hanno stupito per rendimento e soprattutto per risultati.

Phil Ivey: cinque tavoli finali alle World Series of Poker

E allora cominciamo dalle World Series of Poker, sicuramente la competizione più spettacolare dell’anno, che anche nel corso di questa edizione è stata all’altezza delle aspettative. A brillare nel corso di questa serie di tornei, a cui hanno partecipato i migliori giocatori di poker, si è presentato proprio Phil Ivey che è riuscito a raggiungere ben 5 tavoli finali. Nessun braccialetto per lui alle World Series of Poker (e forse c’è un po’ di amarezza se la vediamo dal suo punto di vista) ma un risultato comunque straordinario che sarà difficile ripetere.

Un confronto fra Phil Ivey e Phil Hellmuth

Certo, se da un lato Phil Ivey ha ottenuto un traguardo, sotto certi punti di vista storico, non possiamo non segnalarvi la vittoria di Phil Hellmuth, forse il giocatore più antipatico della storia (non ci stancheremo mai di ripeterlo), ma capace di vincere il dodicesimo braccialetto, distanziando Phil Ivey che rimane a quota otto. A nostro avviso, però, la prestazione del Tiger Woods del Poker rimane è stata senza dubbio straordinaria anche se siamo sicuri che Phil Hellmuth ha terminato le World Series of Poker con uno stato d’animo diverso da quello di Phil Ivey.

Vanessa Selbst; anche per lei un braccialetto WSOP

Fra le donne, invece, ha brillato il talento di Vanessa Selbst capace di ottenere dei brillanti risultati nel corso dell’anno e di vincere un altro braccialetto alle World Series of Poker. Vanessa Selbst, che in carriera ha vinto molto di più rispetto a tanti professionisti affermati del poker, è sicuramente la poker pro che nel corso di quest’annata ci ha convinto di più. Del resto i risultati non sono mancati e la consacrano, secondo noi, considerando questa stagione, come la donna più temibile ai tavoli da poker.

Marvin Rettenmaier: un back to back storico

Un altro giocatore che sicuramente verrà ricordato nella storia del poker per uno storico back to back al World Poker Tour è sicuramente Marvin Rettenmaier che a maggio del 2012 è stato capace di vincere il WPT Championship di Bellagio, ripetendosi soltanto qualche mese dopo al WPT Merit Cyprus, dove ancora una volta è riuscito a portarsi a casa la prima moneta. Non a caso poco prima della vittoria di Bellagio Marvin Rettenmaier aveva ottenuto la sponsorizzazione con PartyPoker.

Rocco Palumbo: il migliore tra gli italiani

Fra gli italiani, invece, il primo posto della nostra classifica va sicuramente a Rocco Palumbo, vincitore di un braccialetto all’Event 44 WSOP 2012. Secondo noi, infatti, il traguardo ottenuto dal player genovese è sicuramente il migliore conseguito da un giocatore azzurro nel corso di quest’anno, anche se possiamo dire che Andrea Dato, per esempio, e Dario Alioto sono riusciti davvero a farsi rispettare nel corso delle World Series of Poker.

Chi è il migliore tra Phil Ivey, Phil Hellmuth e Marvin Rettenmaier?

Ma vogliamo chiudere questo articolo ponendovi un quesito. Sicuramente per quanto riguarda le prestazioni di questa prima parte del 2012 Phil Ivey, Phil Hellmuth e Marvin Rettenmaier sono stati i player che hanno avuto i migliori risultati per diverse motivazioni. Secondo voi, allora, chi è il migliore di questi tre? E soprattutto chi, nel corso di questa stagione, ha dato prova di essere stato in forma più degli altri? Noi siamo dalla parte di Phil Ivey che, pur essendo tornato a casa senza un braccialetto, ha ottenuto un traguardo davvero sorprendente. 5 tavoli finali alle WSOP 2012 parlano chiaro!