L’HORSE

HORSE

La parola HORSE indica una variante del Poker assai particolare. Il suo nome è composto da cinque lettere: ognuna di esse è l’iniziale di uno dei cinque giochi che bisogna conoscere, se si decide di giocare una partita di HORSE. Letteralmente HORSE sta per Holdem-Omaha-Razz-Stud-Eight or Better Stud. Si gioca normalmente con le puntate limite.

L'importanza dell'esperienza nel giocare l'HORSE

Questo gioco attrae giocatori di poker professionisti e non, ma tutti con abbastanza esperienza, componente qui decisamente fondamentale per arrivare a vincere la partita. I tipi di Poker compresi nell’HORSE sono infatti molto diversi l’uno dall’altro: nel Texas Hold'em esistono mani nelle quali il giocatore ha la sicurezza di essere vincente in un’eventuale apertura finale delle carte, questo è però impossibile nello Stud a 7 carte. Nell’Omaha invece le puntate si gestiscono diversamente, poiché le previsioni sulle carte che l’avversario possiede sono troppo complesse ed a volte improbabili. In sintesi, ogni variante del gioco ha le sue particolarità e non è detto che i giocatori forti e vincenti in una delle cinque varianti comprese nell’HORSE, siano altrettanto forti e vincenti nell’HORSE stesso.

L'HORSE

Nell'HORSE, le varianti del poker si susseguono regolarmente nel corso della partita. Il gioco inizia con l'Hold'em, prosegue con l'Omaha, quindi il Razz e così via. Si passa da una variante all'altra dopo un periodo prestabilito, che può coincidere con l'incremento dei bui, un giro completo del tavolo da parte del dealer oppure dopo un tempo prestabilito. Nei tornei di questo gioco, si procede tenendo presente però che i limiti e gli ante aumentano dopo che si è giocata l'ultima variante, quella dello Stud a sette carte hi/lo. I ring games (il ring game è una partita di poker e non un torneo, qui i giocatori possono entrare ed uscire dal gioco quando vogliono) di HORSE sono sotto ogni aspetto identici a tutti i comuni ring games con l'unica differenza che, nonostante i bui e gli ante restino gli stessi, la variante giocata cambia secondo un programma stabilito. Quasi sempre si usano i round (una sequenza di puntate fatte da ciascun giocatore di poker a turno andando in senso orario attorno al tavolo). Un chiaro esempio è questo: in un tavolo a cinque mani, il Texas Hold’em si gioca per cinque mani, si passa poi all'Omaha per altrettante cinque mani, e così si prosegue.

Caratteristiche importanti nell'HORSE

“Saltare” da un gioco ad un altro, vuol dire saper affrontare nuove situazioni, meccanismi differenti, e trovarsi in mezzo a persone che possono essere più brave in una variante rispetto ad un’altra. Insomma è un vero allenamento per la mente e per la propria calma da mantenere, per riflettere e giocare le mani nel miglior modo possibile. I giocatori professionisti, infatti, usano l’HORSE soprattutto come esercizio, considerandolo uno dei modi migliori per allenarsi e destreggiarsi in tutte le più diverse situazioni.