Gli October Nine: tra loro il campione WSOP 2012

October Nine WSOP 2012: tutto sui finalisti del Main Event

Stà per essere eletto il campione del mondo di poker: il vincitore del Main Event WSOP 2012 entrerà nella storia dl poker live e scriverà il suo nome tra gli idoli delle World Series Of Poker.

In arrivo gli October Nine!

Gli October Nine delle WSOP 2012 tra pochi giorni si ritroveranno per lo sfida decisiva, e dopo più di tre mesi dallo “stop” del torneo che è pronto a riaprire il suo ultimo tavolo verde, qualcuno si porterà a casa il braccialetto più importante che ci sia, il trofeo più ambito da un poker player, e la prima moneta del prestigioso evento pari a 8.531.853$.

La diretta del Final Table WSOP 2012 e degli October Nine sarà visibile su POKERItalia24, il canale interamente dedicato al mondo del poker: prima di vederli all’opera al tavolo verde, potete conoscere bene chi sono questi 8 players. Vogliamo infatti parlarvi di loro, per far conoscere bene il ristretto field di players, tra i quali, ancora per poco, si cela il campione dei campioni. Ecco tutto quello che c’è da sapere su di loro.

Il chipleader Jesse Sylvia

Jesse Sylvia è attualmente il numero uno del Final Table WSOP 2012: con le sue 43.875.000 chips, questo giocatore originario del Massachusetts ed ora residente a Las Vegas, è in cima alla classifica provvisoria. Si tratta di un ventiseienne appassionato sì di poker, ma anche di lettura, scrittura e snowboard. E’ senza dubbio uno degli October Nine più gettonati alla vittoria anche se è giunto a questo traguardo senza avere “un cucciculum” particolarmente interessante. Jesse Sylvia infatti vanta solo un ITM alle WSOP 2011, un 175° piazzamento ad un evento da 1.500$. Tuttavia lo statunitense è un professionista del Texas Hold’em, tanto che solitamente dedica dalle 40 alle 60 ore a settimana al poker, sia online che live.

Andras Koroknai

Andras Koroknai, con 29.375.000 chips, è il 2° player nel chipcount allo start degli October Nine WSOP 2012. Questo giocatore è ungherese, ed è quindi l’unico dei finalisti ad avere una nazionalità diversa da quella statunitense. Nel mondo del poker sportivo, si conosce il suo nome soprattutto per la vittoria ottenuta nel 2010, quando trionfò nel LA Poker Classic, aggiudicandosi più di 1,7 milioni di dollari.

Greg Merson

Greg Merson è il 25enne USA che ripartirà per 3° con 28.725.000 chips. Lui non si sarebbe neanche sognato di arrivare a far parte degli Nine WSOP 2012, eppure è riuscito a giungere tanto lontano. Stiamo parlando di uno studente dell'University of Maryland che fino a quest’anno non aveva mai ottenuto risultati positivi nel poker, ma il 2012 gli ha aperto le porte della sua carriera da professionista. Infatti proprio alle WSOP 2012 ha vinto il braccialetto del “Six Handed Championship” che gli è valso 1,13 milioni di dollari.

Russell Thomas

A quota 24.800.000 chips, Russell Thomas partirà al 4° posto del Final Table WSOP 2012. Anche lo scorso anno questo player USA partecipò al Main Event WSOP, e chiuse ITM al 248° posto. Tutt’altra storia quella delle World Series Of Poker 2012, che adesso vedono il 24enne del Connecticut occupare un prestigioso posto degli October Nine. Laureato alla Temple University di Philadelphia, questo player si è fatto “preparare” da Jason Somerville al Final Table. Per due settimane presso Long Island, Thomas e Somerville hanno simulato il tavolo finale con altri players, arrivando addirittura ad utilizzare gli stack identici a quelli con cui partirà la finalissima. Di certo è l’October Nine più preparato di tutti: ce la farà questo volenteroso player?

Steven Gee

Ho origini cinesi ma è ormai californiano, il 57enne statunitense Steven Gee che si trova al 5° posto del chipcount relativo al Final Table WSOP 2012. Gee detiene uno stack pari a 16.860.000 chips. Anche lui come Greg Merson, ha nel suo curriculum un braccialetto WSOP conquistato: si tratta del trofeo del “NL Hold'em da 1.000$ di buy-in” delle WSOP 2010. Quella vittoria gli fruttò 472.000$ di premio.

Michael Esposito

Altro player USA, Michael Esposito è 6° nel chipcount degli October Nine WSOP 2012, e riprenderà il suo torneo con 16.260.000 chips. Come evidenzia il suo cognome, questo giocatore di poker ha origini italiane ma è un cittadino newyorkese con una grande passione per il Texas Hold’em. Esposito ha all’attivo ben 5 piazzamenti ITM nelle varie edizioni delle WSOP, ed è anche un amante dell’atletica. Ha 44 anni, e come gli altri suoi 8 “colleghi” sogna di diventare il campione del mondo.

Robert Salaburu

Con 15.155.000 chips in mano, Robert Salaburu è il 7° player nel chipcount del Final Table WSOP 2012. Anche lui come molti altri finalisti è un giovane ragazzo: ha solo 27 anni e già gioca da professionista, anche se ancora non ha mai ottenuto risultati particolarmente significativi (a parte questo). Nato a San Benito (Texas) e trasferitosi a San Antonio (sempre in Texas), Robert Salaburu fino ad oggi sui tavoli verdi ha vinto circa 20.000$.

Jake Balsiger

E’ penultimo nel chipcount, e con 13.155.000 chips approda alla finalissima come l’8° players degli October Nine. Si tratta di un 21enne statunitense che se per caso dovesse riuscire a risalire il chipcount ed a diventare egli stesso il campione del mondo, acquisirebbe il primato di più giovane campione del Main Event WSOP della storia. Player abbastanza sconosciuto nel settore, si trova alla sua prima importante performance.

Jeremy Ausmus

Questa volta siamo alle prese con un 32enne, un giocatore originario del Colorado che si è trasferito a Las Vegas per grindare. Stiamo parlando di Jeremy Ausmus, “l’ultimo” degli October Nine WSOP 2012, ma solo per questione di chips detenute. Con 9.805.000 chips, Ausmus è al 9° posto ma è comunque deciso a fare l’impossibile: con 13 piazzamenti alle WSOP di cui ben 8 ottenuti solo quest’anno, il player punta ad arrivare primo.