European Poker Tour: arriva la stagione 9

European Poker Tour Season 9: novità e qualità

Con la conclusione dell’ottava stagione dell’European Poker Tour, non hanno fatto in tempo a brillare i riflettori sul campione del Grand Final di Montecarlo (lo statunitense Mohsin Charania), che già tutti attendono il calendario della nuova stagione, l’EPT 9.

Il grande successo dell’EPT:dal 2004 ad oggi

Sono ormai 8 anni che l’European Poker Tour (EPT) di PokerStars porta il Texas Hold’em e le atre discipline sportive del poker nelle varie capitali europee. In questo periodo di tempo l’EPT ha visto un costante incremento dei giocatori che si sono iscritti ai suoi tornei, e di conseguenza i montepremi hanno toccato cifre stratosferiche che hanno aumentato anche l’impatto mediatico del tour. Alle soglie dello start dell’EPT 9, si può affermare con certezza che ogni giocatore “amatoriale” vorrebbe prendere parte ad un Main Event EPT, mentre ogni giocatore professionista vorrebbe alzare la picca rossa simbolo di una vittoria in questo tour.

Il nostro “Mr EPT”, Salvatore Bonavena

L’unico player italiano ad aver realizzato il sogno di vincere una tappa EPT è Salvatore Bonavena. Il calabrese che ormai è un simbolo del poker azzurro, nel dicembre del 2008 arrivò 1° all’EPT Praga diventando il primo (ed ancora unico!) italiano ad aver compiuto un’impresa simile. Da quel momento in poi Bonavena divenne per tutti “Mr EPT” e rimase nella storia del poker live per essersi portato a casa anche 774.000€ di premio. Oggi, alla conclusione della stagione 8 dell’ l’European Poker Tour ed all’inizio della programmazione del calendario EPT 9, Salvatore Bonavena ha appena ricevuto l’EPT Mixed Game Award (riconoscimento come uno dei migliori giocatori in questo ambito EPT), ed ha aggiunto così un altro trofeo a quelli già in suo possesso.

In vista della stagione 9 dell’European Poker Tour

Dopo la stagione 8 dell’EPT che ha visto aggiungere ulteriori tappe a quelle già usualmente in programma (esattamente sono subentrate nel palinsesto degli appuntamenti quelle di Loutraki - Grecia, Campione d’Italia, e Madrid che diviene un evento fisso), ora l’EPT 9 subirà delle vere rivoluzioni. Anche se il boom del Texas Hold’em vorrebbe sempre più eventi live in programma, gli organizzatori hanno invece optato per un tipo di “politica” differente: meno tappe e più qualità.

Le location più amate al centro dell’EPT 9

Il prossimo European Poker Tour vedrà dunque un numero minore di appuntamenti presenti nel suo calendario (non saranno più 13), ma un numero maggiore di eventi nelle tappe più prestigiose del circuito. In poche parole, l’EPT 9 “salterà” alcune tappe come purtroppo quella italiana di Campione, e ne potenzierà altre come quella azzurra di Sanremo. Rimarranno ancora nel programma dell’EPT 9, gli appuntamenti a Praga (Repubblica Ceca), Deauville (Francia), Berlino (Germania), Londra (Regno Unito) e Montecarlo (Principato di Monaco). Impossibile per l’organizzazione, rinunciare ad un altro evento EPT che è forse tra i più amati: il PokerStars Caribbean Adventure (PCA) che si tiene nello stupendo scenario naturale delle Bahamas.

Nuovi tornei dai buy-in ridotti con strutture deep

La stagione 9 dell’European Poker Tour si confronterà anche con la richiesta del mercato: molti i nuovi eventi con buy-in più abbordabili, ma tutti dalla struttura deep (i tornei daranno ai players uno stack iniziale notevole). Ciò permetterà a molti giocatori che normalmente non partecipavano agli appuntamenti EPT per i buy-in elevati dei Main Event, di potervi prendere parte. Naturalmente i Main Event rimangono il centro di tutte le tappe EPT 9, ma com’è vero che i tornei dai buy-in “low” richiamano molti players, è anche vero che gli eventi Super High Roller sono la passione di molti altri. Proprio per questo, l’EPT9 partirà da Barcellona con un torneo televisivo da ben 50.000€ di buy-in!