Eliminare gli short stacks

Strategia: short stacks


Molto spesso, durante un Sit and Go od un torneo di poker, abbiamo a che fare con puntate all in di giocatori short stacked, che sollevano il dubbio se giocare o non giocare.





Vi faccio un esempio: stiamo giocando a poker Texas Hold’em e abbiamo appena postato il big blind di 1000 chips, rimanendo con 10000, e le nostre carte sono donna e due a cuori. Tutti giocatori foldano fino al short stacked cutoff che decide per andare all in con 3000; doppio fold e parola a noi. Cosa fare in questa situazione?

Come comportarsi?

E’ più corretto fare call oppure foldare per preservare le nostre chips? La risposta è: dipende!

Chiaramente siamo a conoscenza che il range di mani con cui uno short stack può spingere in questa situazione comprende “any two cards”. Pensate per esempio al caso di bolla di un Sit and Go e capirete come questa è senza alcun dubbio una call, dal momento che abbiamo l’opportunità di andare in the money eliminando un giocatore, e che un double up dell’avversario non compromette l’esito finale della partita.

Ma pensate invece ad un torneo di poker, che sia Sit and Go o meno, in cui siamo ancora lontani dalla bolla: in tale situazione è molto più corretto foldare la mano, dal momento che il beneficio diretto derivante da un eliminazione è nullo poiché la bolla non solo non è ancora scoppiata ma non è neppure prossima.

Mantenete la calma

Quindi non sentitevi in soggezione quando, spessissimo in tornei di poker live, sentite giocatori inveirvi contro per non aver giocato in un frangente simile. Chiaramente per chi sta giocando ma non è coinvolto nella mano una vostra call è senza dubbio la miglior cosa possibile, poiché sarebbe in grado di beneficiare da una relativa eliminazione, vedendosi aumentare il proprio valore atteso. Ecco perché vogliono a tutti costi che voi giochiate: a loro non costa nulla!

Non sempre si deve giocare

Di conseguenza non dovete pensare che in tali situazioni sia doveroso giocare, perché non è così. Quello che invece è doveroso è analizzare la situazione in merito a stacks, fase del torneo, e possibile range dell’avversario e solo dopo prendere una decisione in merito.

Un piccolo consiglio

A tal fine una semplice regoletta potrebbe essere la seguente: nel caso in cui il nostro avversario raddoppiasse saremo comunque in grado di chiamare un suo ulteriore all in senza avere una premium hand ma solo per il fatto che il suo stack è ancora short?

Se la risposta è sì copritevi gli occhi e fate call con ogni coppia di carte!