E così vuoi diventare un giocatore di “Sit and Go”?

I Sit and Go di poker Texas Hold’em? Si, ma con la matematica!

Nella nostra amata penisola, chiunque si affacci al mondo del Poker online, almeno in via legale, è costretto a farlo attraverso il Texas Hold’em, che viene giocato in modalita’ Sit and Go, oppure in modalità torneo.

Tralasciando l’ultima modalità, quella del torneo di poker Texas Hold’em (che personalmente trovo poco attraente), vorrei concentrarmi invece sul classico Sit and Go, ed anche su come i diversi giocatori di poker italiani che ne hanno appreso pienamente il funzionamento, stentino comunque ad essere dei sostanziosi vincitori nel lungo termine.

Bisogna considerare il fatto che ho espressamente parlato di “funzionamento”, omettendo parole quali “abilità” e “talento”, poichè inutili per degli ottimi giocatori di poker Texas Hold’em, che si dedicano ai Sit and Go.

Per portare a casa dei risultati in questa variante di poker Texas Hold’em, e’ necessario apprendere la matematica che sta dietro alla maggior parte delle decisioni, ed applicarla con rigorosa costanza e metodo.

“Be a machine, amost!”

Per vincere in maniera costante ai Sit and Go di poker Texas Hold’em, bisogna essere delle cosiddette “macchine”, ovvero essere insensibili agli “scoppi”, alle brutte giocate dei nostri avversari, ed anche ai nostri colpi di fortuna: bisogna quindi necessariamente mantenere il nostro livello di gioco, sempre e costantemente al massimo del nostro potenziale.

Giocare a poker Texas Hold’em in modalità cash game, è molto più difficile di un “semplice” Sit and Go normale, poichè il gioco si sviluppa di più sul flop, che sul pre-flop, ed i blinds che ogni giocatore di poker ha di fronte prima di iniziare una mano, sono di gran lunga superiori a quelli di un Sit and Go.

Questo implica considerazioni molto più profonde ed articolate, tanto che di conseguenza, lo “spazio di manovra” di un giocatore di poker, in questo caso cambia. Detto in maniera più semplice, ciò significa che è molto più difficile essere bravi giocatori di poker Texas Hold’em cash game, piuttosto che di Sit and Go.

L’arte di sapersi amministrare

Giocare ai Sit and Go di poker Texas Hold’em è un po’ come amministrare un’impresa: abbiamo un prodotto, che corrisponde alla nostra capacità di gioco, dalla quale ne derivano i nostri ricavi (ovvero le vincite), ed abbiamo anche dei costi (ovvero le perdite), che nella maggior parte sono dati dal fattore varianza, presumendo di essere dei giocatori vincenti.

Obbiettivo di ogni buon manager, e dunque del nostro ipotetico giocatore di poker Texas Hold’em, è quello di massimizzare il valore dell’impresa cercando di aumentare le vendite del prodotto.

Allo stesso tempo però, l’obiettivo è anche quello di ridurre l’impatto dei costi: capite dunque che anche se il nostro prodotto è fenomenale (e siamo quindi dei bravissimi giocatori di poker Texas Hold’em), se non sappiamo tenere basso il livello dei costi (o perché siamo eccessivamente soggetti ai tilt, oppure perché non amministriamo bene il nostro bankroll), l’impresa è messa a rischio, e si potrebbe finire in una situazione di bancarotta.