Cycalona Gowen cita in giudizio una poker room


Stati Uniti: la giocatrice professionista di poker Cycalona “Clonie” Gowen ha fatto causa presso lo stato del Nevada alla famosa poker room che rappresenta e ad una lunga lista di giocatori richiedendo un risarcimento pari a 40 milioni di dollari.




Cicalona è stata sponsorizzata dal sito di Alderney-licensed sin dalla sua creazione nel 2004, ma è anche stata informata recentemente che i suoi servizi non sono più richiesti e che la sua immagine sarebbe stata rimossa da tutto il materiale promozionale che producono.

Stando a quanto affermato nell’azione legale depositata presso la Corte del Nevada, Gowen accetto di riceve l’1% delle azioni della nota poker room e della casa madre TiltWare LLC nel momento in cui il poker online fu lanciato, rinunciando ad ogni altro tipo di compenso. Successivamente continuò a promuovere la poker room senza riceve alcun pagamento extra.

Nel mese di maggio, la cicalona ha però affermato che tutti i giocatori sposorizzati da questa nota poker room ricevono anche degli assegni, tutti i giocatori, tranne lei. A questo punto Gowen ha richiesto di riceve tutti i soldi che le spettano. Le è stata invece fatta offerta pari a 250000$ che rifiutò affermando che fosse solo parte di ciò cui aveva diritto.

Fino all’11 novebre Cycalona Gowen ha continuato il suo lavoro promozionale della poker room, ma a quel punto è stata informata della fine della sponsorizzazione da parte della poker room stessa. La giocatrice afferma che il sito, il cui valore supera i quattro miliardi di dollari, ancora non le ha spiegato per quale motivo non abbia ricevuto quanto altri giocatori sponsorizzati dalla stessa poker room.

La causa è stata creata con il giudice Robert Jones nella giornata di venerdì e contiene anche informazioni inerenti incontri, telefonate ed accordi con la società in oggetto.

TiltWare dal canto suo afferma di essere a conoscenza della causa che Gowen sta intentando contro di loro e che quanto da lei affermato risulta essere impreciso e senza fondamento.