Continua la guida ai tornei di Texas Hold'em

E quando la bolla sta per scoppiare...

Continuiamo questa settimana la nostra guida ai tornei di poker Texas Hold’em parlando della cosiddetta zona a premi, ovvero quella fase di un torneo in cui è appena scoppiata la bolla, e dunque tutti i giocatori si trovano con la certezza di avere, come minimo, il buy-in indietro.

E’ durante questa fase dei tornei di poker che la maggior parte dei principianti si rilassa, smaltita la tensione accumulata durante la bolla, finendo per compiere errori abbastanza banali o accettando di giocarsi tutto con mani non fortissime, forti del non dovere avere nulla da rischiare. In realtà non è così, dal momento che si ha sempre qualcosa da rischiare, in questo il valore atteso delle nostre chips: se infatti supponiamo che tutti i giocatori rimasti in un torneo abbiano lo stesso livello di abilità possiamo valorizzare le chips che essi hanno in possesso come semplice frazione del montepremi totale.

Il gioco durante questa fase

Ricordiamoci bene che stiamo parlando di una fase transitoria, in cui gli stacks medio piccoli dei tornei di poker, provano a fare il colpo del lascia o raddoppia, stanchi del dover lottare per ogni singola chip.

E’ opportuno dunque prestare molta attenzione, e chiudersi un po’: questo significa giocare solo premium hands e in maniera molto aggressiva. Da qui alla fine del torneo di Texas Hold’em infatti i flop girati saranno sempre meno, e lo spazio di manovra all’interno di una mano sarà sempre minore, visto il continuo ed inesorabile aumentare dei bui. Il consiglio dare è quello di non scialacquare troppe chips in questa fase, perché potreste poi pentirvene amaramente.

Il miraggio del tavolo finale

Attenzione però a non compiere nemmeno l’errore opposto, ovvero quello di chiudersi troppo, cercando di raggiungere il tavolo finale di questi tornei di poker ad ogni costo. Questo significherebbe dover dire addio ad ogni sogno di gloria, dal momento che smettere di giocare durante un torneo di Texas Hold’em significa venire, inesorabilmente mangiato dai bui.

Per assurdo è necessario,per raggiungere il nostro obbiettivo, ovvero quello di preservare il nostro stack al fine di giungere al tavolo finale con serie ambizioni di vincita, continuare a mantenere un ruolo attivo nel torneo, limitando sì il numero delle mani a cui andremo a partecipare, non essendo più possibile ora fare la voce grossa nei confronti degli stacks medio bassi, ma però evitando di chiuderci a riccio, il che comporterebbe doverci accontentare di vedere il tavolo finale solamente dalla televisione….