Considerazioni su Durrrrrr

Tom Dwan - Durrrrrr

Tom Dwan, in arte Durrrrrr, incarna il sogno di qualsiasi giocatore di Texas Hold’em al di sotto dei 30 anni (ma probabilmente anche al di sopra…). Il ragazzo cominciò a giocare a su Paradise Poker e in men che non si dica si ritrovò a competere e a vincere in partite a cinque zeri.

Ancora ricordo quando vidi Durrrrrr intervistato per la prima volta, con la giornalista che gli chiese: “ma sei veramente tu Durrrrrr?Lo sai che sembri un ragazzino?”. In effetti è proprio questo che Durrrrrr è “un ragazzino”, ma con capacità incredibili, in grado di mettere in difficoltà campioni di Texas Hold’em ben più scafati ed esperti di lui. Sono molto convinto che Durrrrrr potrà diventare il miglior giocatore di Poker che la storia ricordi, superando leggende del caso di Doyle Brunson e di Stu Ungar.

Il personaggio Durrrrrr

Reputo Tom Dwan, alias Durrrrrr, anche un abile comunicatore, in grado di crearsi un personaggio, al punto di divenire una star in grado di superare i confini del Texas Hold’em. Guardando le recenti apparizioni di Tom a show come High Stakes Poker ho notato come lo stile di gioco che ha adottato durante quelle partite non sia completamente il proprio stile, penso infatti che Durrrrrr abbia giocato un Texas Hold’em più loose ad aggressive di quello abituale. Non fraintendetemi, non che Tom Dwan sia un giocatore tight, tutt’altro. E’ solo che, al fine di creare un personaggio che rifletta un giocatore di poker estroverso e imprevedibile, Tom ha un po’ esasperato il proprio stile, ben consapevole di quanto stesse facendo. E’ in questa maniera che il pubblico si ricorderà più di te.

Il Durrrrrr Challenge

Stessa cosa dicasi per quanto riguarda la sfida milionaria lanciata da Durrrrrr a chiunque voglia cimentarsi in un Heads Up su quattro differenti tavoli, assumendosi un handicap rilevante. Di certo Durrrrrr è il migliore al mondo in HU contemporaneo su quattro differenti tavoli, ma il gap che c’è tra lui e gli altri giocatori di sicuro non è tale da giustificare questo tipo di vantaggio dato agli sfidanti. Ancora una volta un’eccellente manovra di marketing, volta a far parlare di sé l’intera comunità pokeristica, con il fine di creare un personaggio che varchi i confini del Texas Hold’em.

Come ogni altro sport il Poker sta diventando sempre più show business, e sono in diversi ad essersene resi conto per tempo. Tra questi non poteva mancare il migliore di tutti: Tom Dwan, in arte Durrrrrr.