Ben Affleck radiato da un Casino: riflessioni

Ben Affleck radiato da un Casino: riflessioni

Ben Affleck viene accusato di conteggio carte e viene bannato per sempre dal Balck Jack all’interno dell’Hard Rock Casino. Una vicenda emblematica che offre diversi spunti di riflessione sul futuro e sulle nuove generazioni. Secondo il parere di Ken Adams, i giovani sono sempre più attratti dai giochi in cui è l’abilità ad avere il sopravvento.

Doveva essere un romantico week end in compagnia della moglie, quello che Ben Affleck aveva deciso di passare a Las Vegas circa una ventina di giorni fa. Le cose, però, sono andate diversamente a causa di un inaspettato incidente di percorso. Alla star di Hollywood, infatti, grandissimo amante del blackjack è stato proibito di praticare uno dei suoi giochi di casino preferiti e generalmente più apprezzati mentre si trovava all’interno dell’Hard Rock Casino. Motivo di questa decisione: il sospetto di aver conteggiato le carte durante una partita High Roller.

Ben Affleck conta le carte al Black Jack e viene bannato

La cronaca di quanto accaduto è controversa, ma stando ad alcune fonti interne all’Hard Rock Casino la sicurezza si sarebbe avvicinata a Ben Affleck mentre era seduto ad un tavolo di Black jack e lo avrebbe allontanato dalla sala perché considerato un giocatore avvantaggiato. Tutto questo anche se il conteggio delle carte, che può ridurre decisamente i rischi di puntata e aumenta le probabilità di vittoria del giocatore, non è una pratica ritenuta illegale all’interno di una sala da gioco.

Hard Rock Casino: vietato ai giocatori vincenti?

Ora al di là di come sono andate realmente le cose all’interno dell’Hard Rock Casino la vicenda offre diversi spunti di riflessione. Prima di tutto non si capisce molto bene perché Ben Affleck sia stato bannato dalla sala da gioco quando la pratica da lui utilizzata è piuttosto banale e si basa su un conteggio puramente matematico. Probabilmente, la risposta più concreta al quesito sta nel fatto che i casino non gradiscono i giocatori vincenti e in questo caso specifico, già diverso tempo addietro la star di Hollywood era riuscita a portarsi a casa una bella vincita pari a 800.000 dollari nella stessa sala da gioco.

Ken Adams parla dei giochi e delle nuove generazioni

Oltre a questo spunto di riflessione, però, ce ne sono ben altri e riguardano proprio le nuove generazioni. A proposito ha parlato Ken Adams, fondatore della Ken Adams Ltd. a Reno nel Nevada ed editore di tre pubblicazioni che commentano l’industria del gioco d’azzardo odierna. Secondo lui il caso di Ben Affleck fa presagire un futuro diverso per i giochi da tavolo. E questo perché la star di Hollywood, che in più di un’occasione ha dimostrato le sue skill, è rappresentativa di una nuova generazione che ha un comportamento totalmente diverso nei confronti dei giochi da casino.

Un futuro diverso per i giochi da casino?

Cosa vuol dire tutto questo? E’ molto semplice alle nuove generazioni non interessano i giochi di casino come la roulette o il craps, dove la casa ha sempre un vantaggio, ma sono attratte da quei giochi dove l’abilità ha un peso determinante. Proprio come il Poker Texas Hold’em e come il Black jack amati dalla star di Hollywood. E con questa nuova tipologica di giochi, secondo Ken Adams, il futuro dei casino è legato proprio a quelle discipline in cui i player guadagnano i soldi sugli altri, lasciando una percentuale alla casa. Come nei tornei di poker che ogni hanno attraggono un numero di giovani sempre crescente.