AAMS – Skill games e poker legale in Italia



La sigla “AAMS”che a volte vi sarà capitata davanti agli occhi entrando in qualche poker room online legale, indica esattamente l'Amministrazione autonoma dei monopoli di Stato, del Ministero dell'Economia e delle Finanze.





AAMS e il poker legale in Italia

L’AAMS autorizza licenze in Italia alle poker room online e svolge attività d’approvazione e monitoraggio anche sulle transazioni delle stesse poker room. Percepisce il 3% dell'importo del buy-in che viene pagato dai giocatori al portale. Anche tutti i pagamenti delle vincite devono essere approvati dall'AAMS e per motivi tecnici tale approvazione non avviene istantaneamente, così se mai vi trovaste a vincere un torneo di poker legale online(e noi ve lo auguriamo!) il premio sarà corrisposto non appena approvato. La possibilità di offrire i giochi di carte online è stata introdotta dalla Finanziaria 2007 con l’art. 1, comma 93, a proposito del gioco a distanza (via internet appunto).

Il mercato dei giochi di abilità

Il provvedimento che apre le strade in Italia ai giochi d’abilità (il poker ne fa parte se non lo sapevate!), rientra nella strategia dell’AAMS di immettere via via sul mercato tutti quei giochi che fanno già parte dell’offerta internazionale. Naturalmente il poker online e soprattutto il poker Texas Hold’em, scala la vetta dei giochi ricercati in rete. In particolare, i giochi d’abilità rappresentano una tipologia che sta riscontrando un enorme successo all’estero. Si stima, infatti, che decine di migliaia d’italiani stiano giocando sui siti stranieri, soprattutto di poker online (nonostante siano stati vietati dall’AAMS in quanto non autorizzati a raccogliere gioco nel nostro Paese), tuttavia con fortissima crescita a causa dell’enorme popolarità che tale gioco sta riscuotendo ormai da anni (grazie anche a programmi tv dedicati al poker Texas Hold’em). A seguito della pubblicazione del decreto è stata pubblicata anche la bozza del protocollo di comunicazione tra il server del concessionario e quello di AAMS.

Il poker legale sotto stretto controllo AAMS

Grazie al collegamento in real time tra i due server, infatti, AAMS ha modo di monitorare l’andamento di tutte le partite di poker legale, così da poter tutelare i giocatori in caso di contestazioni. Possono avviare la procedura per l’offerta dei giochi operatori già titolari della concessione per il gioco pubblico a distanza, ottenuta tramite una gara (previa verifica di alcuni requisiti di affidabilità e di esperienza). Tale opportunità sta già riscontrando un vivo interesse da parte di molti soggetti, disponibili a entrare nel nostro mercato e a seguirne le “regole”. Il modello ipotizzato per gli Skill games (giochi di abilità) online è innovativo poiché prevede, per la prima volta, la partecipazione simultanea alle stesse sessioni di gioco sia di giocatori di poker legale online italiani, che hanno un conto di gioco aperto presso un titolare di concessione italiana, che di giocatori di poker stranieri, registrati presso un operatore estero autorizzato alla raccolta del gioco nel proprio Paese.

Tornei di poker online mondiali

I giocatori di poker online stranieri non sono soggetti al pagamento dell’imposta prevista dalla normativa italiana, in quanto il prelievo erariale è regolamentato dalla normativa del Paese di residenza. Grazie a questa possibilità d’interconnessione, i giocatori del nostro paese possono misurarsi in tornei di poker online contro giocatori mondiali con montepremi interessanti ed una grande varietà di partite proposte.

Gli Skill games sul mercato italiano

Riepilogando, i nuovi Skill games, tra cui spicca il poker online, presentano caratteristiche innovative per il mercato italiano: non sono legati solo alla sorte (come le lotterie o il bingo); presentano un basso rischio di compulsività (si potranno giocare partite e/o tornei di poker molto lunghi con soli 50 centesimi); si rivolgono anche a un pubblico di donne (che praticano ancora poco le scommesse); permettono un confronto con i giocatori di tutto il mondo. Si tratta in ogni caso di un mercato maturo, che finalmente può consentire ai giocatori italiani di poker online di fare una partita di Texas Hold’em attraverso siti gestiti da operatori seri e affidabili, con la certezza di essere tutelati da AAMS in ogni momento del gioco.

Le poker room autorizzate AAMS

La prima delle poker room online autorizzate dall’AAMS (maggio 2008) è quella di Gioco Digitale. Questa azienda di giochi online ha quindi aperto al pubblico il primo network di poker legale in Italia, effettuando solo nel primo mese d’attività oltre 10.000 tornei di poker legale online! Di seguito poi, sono state autorizzate altre poker room, tra cui nominiamo la ormai nota Pokerstars. In queste poker room, i montepremi sono costituiti dall'80% di quanto raccolto ai tavoli. L'Erario incassa il 3% l'anno sulla raccolta, mentre alle aziende concessionarie va fino ad un massimo del 17%. I giocatori, titolari di un conto di gioco, possono spendere tra 0,50 e 100 euro a partita. La quota d’iscrizione ai tornei di poker legale online oscilla tra i 10 e i 300 euro. La speranza è che sempre più italiani decidano di iscriversi nei siti autorizzati AAMS.





Commenti recenti

freeroll poker.it su snai 16 Giugno 2012 - 20:19 Commentato da msto7777

freeroll poker.it su snai 06-26 21:35 password.grazie

freeroll poker.it su snai 16 Giugno 2012 - 20:19 Commentato da msto7777

freeroll poker.it su snai 06-26 21:35 password.grazie