3 cose utili da fare prima di affrontare un torneo

3 cose da fare prima di un torneo di poker importante

Prepararsi tecnicamente, rilassarsi e prendere consapevolezza delle proprie possibilità con un pizzico di fiducia, sono tre passi che, in questa sequenza, potrebbero aiutare molto un giocatore di poker ad affrontare al meglio un imminente torneo.

Come è stato ormai mostrato più volte, per vincere o avere comunque buoni risultati nel poker live, non serve la dea bendata ma una serie di abilità pratiche e psichiche che arrivano anche dalla preparazione e da uno stile di vita adeguato. Vi ricorderete infatti come Martin Jacobsono (campione del mondo), studiò e praticò assiduamente prima di presentarsi al suo incontro con i November Nine WSOP. Oltre alla preparazione consigliamo però anche un periodo di relax per liberare la mente e distendersi, e la presa di coscienza delle proprie abilità e dei propri limiti. Iniziamo con l’affrontare il punto uno.

1.Prepararsi tecnicamente (è una scelta di pochi ma….)

Quanti giocatori di poker scelgono di aumentare la loro preparazione tecnica o prendere un coach prima di affrontare un torneo al quale hanno deciso di partecipare? Pochi, decisamente pochi rispetto alla “massa” di giocatori che si presenta sui tavoli verdi munita “solo” della sua consueta abilità. Anche se chi più e chi meno, i giocatori di poker avranno dalla loro parte precedenti esperienze e studi fatti in vari modi, nessuno di loro probabilmente può dire di essere pronto al 100% ad affrontare un torneo. Bisogna sempre puntare a migliorarsi, anche quando si ritiene di essere già a buon punto: prendere un coach con il quale cercare di affrontare al meglio varie situazioni che si potranno presentare al tavolo, è senza dubbio una scelta giusta. Più situazioni abbiamo affrontato “nella preparazione del torneo”, più saremo capaci di non perdere chips facilmente e di giocare nel migliore dei modi.

2. Rilassarsi e divertirsi prima del torneo (non arrivate stressati!)

Anche se studiare e prepararsi con costanza ed impegno è importante prima di affrontare un torneo di poker live, lo è altrettanto importante rilassarsi un po’ distogliendo lo sguardo dalle carte, ed arrivare al tavolo da poker decisamente ricaricati e rilassati. Se continuerete imperterriti a dedicarvi solo al poker fino al giorno d’inizio del torneo a cui avete scelto di partecipare, ci arriverete stanchi psicologicamente, agitati, nervosi e stressati. Tutto questo è da evitare assolutamente! Un paio di giorni prima dell’inizio del torneo, “staccate la spina” dal discorso poker e dedicate tempo a voi stessi, rilassandovi con qualcosa che vi piace fare e vi distende. Moti giocatori di poker ad esempio, scelgono di recarsi qualche giorno prima del torneo nella località dove questo poi si svolgerà: in questo caso passeggiare da turista e visitare luoghi nuovi, può essere un diversivo che aiuta a rilassarsi prima di affrontare l’evento. Se non amate fare i turisti esistono comunque i centri benessere per fare un bel massaggio, delle calde piscine anche in inverno, o molti altri modi di non pensare al poker almeno per qualche ora…

3. Prendere consapevolezza delle proprie abilità

Prima di sedersi al tavolo del torneo, dopo aver studiato ed essersi un po’ rilassati, sarebbe senza dubbio utile prendere coscienza delle proprie abilità e dei propri limiti, così come acquisire la consapevolezza che le cose potrebbero non andare esattamente come vorremmo. Bisogna “far pace con se stessi”, valutando che l’impegno sostenuto per affrontare il torneo di poker ci aiuterà a raggiungere un risultato e ci tornerà senza dubbio utile (non è stato tempo sprecato!), ma che comunque non è detto che sarà il risultato che auspichiamo di avere. Bisogna presentarsi al torneo psicologicamente calmi ed emotivamente tranquilli, poichè abbiamo sostenuto uno sforzo che ci porterà vantaggi sugli altri, ma non è detto che ci farà vincere!